Via Cento 240 - San Matteo della Decima - 40010 (BO)

Mail: info@marefosca.it - Cell. 335 65.64.66.4

    • Home
    • Home
    • Recensione del romanzo di Floriano Govoni sul sito bulgnais.com

Recensione del romanzo di Floriano Govoni sul sito bulgnais.com



ITALIANO
È una bella soddisfazione per San Matteo della Decima!
Floriano Govoni è l’anima instancabile della rivista “Marefosca” di San Matteo della Decima, di cui è direttore responsabile, come autore di libri di tema storico locale e anche come fotografo. Questo suo primo romanzo racconta, con realismo e semplicità, la vita di una famiglia contadina della Bassa bolognese nel periodo intorno alla Seconda guerra mondiale, riuscendo a ricreare l’atmosfera di quei tempi: come si viveva, come si pregava, come si faceva l’amore nelle famiglie patriarcali di allora, sullo sfondo dei grandi avvenimenti storici che ne hanno provocato la mutazione. È insomma un affresco di vita di Decima, ma potrebbe valere per qualunque altra località della nostra campagna, con belle pennellate dei colori brillanti del dialetto rappresentate dai dialoghi fra i vari personaggi che sono in schietto decimino, un bolognese rustico settentrionale che contribuisce a far apparire la quotidianità della famiglia Cavicchi un qualcosa di straordinario per il lettore di oggi. La traduzione in italiano a piè di pagina agevola la lettura di questo bel libro a coloro che hanno dubbi sul significato delle frasi dialettali.

BULGNAIṠ
L’é na bèla sudisfaziŏn par la Ciśanôva!
Floriano Govoni l é al diretåur responsâbil dla rivéssta “Marefosca” publichè ala Ciṡanôva, che ló al la pôrta avanti da una móccia d ân sänza mâi stufères, e pò l é autåur ed socuànt lîber ed stòria lochèl e al fà anc al fotògrof. Adès l à méss fòra al sô prémm rumànż, in duv al cånta, con realîṡum e senplizitè, la vétta d una famajja cuntadéṅna dla Bâsa bulgnaiṡa int al perîod a scavalózz dla Secånnda guèra mundièl, e l arîva d åura ed fèr turnèr a vîver l’âria ed chi ténp: cum as canpèva, cum as gêva äli uraziån e cum as fèva l amåur int äl famai d una vôlta duv ai êra un chèp, un’arżdåura e una móccia ed cínno, e int al sfånnd ai é chi gran canbiamént dla stòria ch’i l’an fâta canbièr anca lî. Insåmma, l é un ritrât dla vétta dla Ciṡanôva ch’al prêv andèr bän anc par tótt chi èter sît dla nòstra canpâgna, però ai żónta däl spenlè d un dialàtt dai culûr luṡént int i diâlog stra i sû parsunâg’, ch’i dscårren tótt int al dialàtt ed cal sît, un dialàtt ch’al fà pèrt dal bulgnaiṡ dla canpâgna ed såtta e ch’al dà ala vétta d indé dla famajja di Cavécc’ un gósst ch’al pèr straurdinèri ai letûr d incû. Ala fén d ògni pâgina ai é la traduziån in itagliàn ed stäl frèṡ in dialàtt, acsé tótt i pôlen capîr ste bèl lîber.

Grazie al sito:
www.bulgnais.com/libri.html

richiedi informazioni

compila il form sottostante per ricevere informazioni dal nostro incaricato

Dichiaro di aver preso visione alla informativa sulla Privacy e acconsento al Trattamento dei Dati - Leggi INFORMATIVA PRIVACY